NOTE PER LA CONSULTAZIONE

NOTE PER LA CONSULTAZIONE DEL BLOG:

Per leggere, scorrete la pagina verso il basso. Il blog è come una rivista che va "srotolata" anziché sfogliarla. Ogni nuovo articolo sposta in basso i precedenti, che però non vengono cancellati e restano sempre accessibili.

La grafica del blog è ottimizzata per gli schermi dei computer.
Se leggete da un telefono o tablet, vi consigliamo di tenerlo in posizione "orizzontale" e regolare bene lo zoom

Per trovare rapidamente tutti gli articoli del blog, potete utilizzare l'Indice Visuale suddiviso per categorie.
Per la ricerca di temi, luoghi o artisti specifici usate la casella Cerca nel Blog oppure l'Indice Alfabetico degli argomenti e degli artisti sul lato destro della pagina, scorrendo un poco verso il basso. Sempre sul lato destro trovate gli elenchi degli Articoli più recenti e degli Articoli più letti.

Tutti i post sono aperti a commenti. Se non avete un account Google, potete commentare come "anonimo" (vedi figura), firmando poi -se volete- nel testo del commento stesso.

Per contattarci:
Rita Castigli ritacastigli@libero.it
Aurelio Stoppini aureliostoppini@libero.it


martedì 26 marzo 2013

Una mostra esplosiva

Creta e polvere pirica per i nuovi lavori di Attilio Quintili





Attilio Quintili ha con la creta un rapporto di tale confidenza che può "minarla" e farla scoppiare senza offenderla.
I bizzarri risultati delle esplosioni sono esposti negli spazi nudi della Trebisonda e li riempiono di fiori e di brandelli, di singulti di vulcano e di gusci di obici, di meteoriti remote fuse dall'attrito con l'aria e di pericolosi giochi di guerra.



L'allegra distruttività creativa di Attilio si fissa nelle forme della creta che la polvere da sparo ha gonfiato e sventrato lasciandole in un attonito silenzio e in un abito nero.



Così le riflessioni prendono un corso differente nell'osservarle. Il nero è quello del camino spento e della fabbrica chiusa, del fumo denso che ha ricoperto ogni cosa e del carbone nel buio profondo delle miniere, del cielo abissale e senza atmosfera, dei capelli e della Stratocaster di Jimi Hendrix, della lava indurita e delle macchie di Rorschach.



Frammenti divertenti e inquietanti, tutti diversi, raccontano la vita breve di un lampo di luce e di un tuono assordante per diventarne il ricordo e il segno imprevisto e definitivo, cupo come un pozzo nero e incosciente come uno scoppio di risa.





Clic per vedere l'album completo della mostra (foto di Aurelio Stoppini)
Clic sulle singole immagini per vederle ingrandite

____________________________________________________________________
ATTILIO QUINTILI: TERRA DI RINASCITA
Mostra curata da Andrea Baffoni
21 Marzo - 7 Aprile 2013

CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA TREBISONDA (link)
Via Bramante 26  PERUGIA
Orari di apertura:
21-22-23-24-29-30-31 marzo 16,30 - 19,30
01-5-6-7 aprile 16,30 - 19,30
su appuntamento 349 1339086 – 331 5793797

Sito web dell'artista: http://www.freemocco.com/
Il bellissimo catalogo della mostra è stato ideato e curato dallo stesso Attilio Quintili

Nessun commento:

Posta un commento